Mister Mirante - Arvalia

Pallanuoto, gli atleti di mister Mirante di nuovo in vasca dopo lo stop imposto dalla pandemia

0 di Jessica Mastroianni

Dopo un anno di fermo degli sport giovanili di squadra, a causa della pandemia, domenica 16 maggio ha avuto inizio all’interno della piscina Parco Caserta di Reggio Calabria uno dei primi tre concentramenti previsti per il campionato regionale under 14 di pallanuoto.

La Arvalia Nuoto Lamezia, società che gestisce la piscina comunale “Salvatore Giudice” di Lamezia Terme, è stata tra le protagoniste della manifestazione, insieme ad altri team calabresi, quali l’Italica RC, il Cosenza Nuoto e la Cosenza Pallanuoto, che hanno potuto nuovamente confrontarsi in vasca dopo lunghi mesi di stallo.

A commentare con grande entusiasmo le prove dei propri atleti è stato mister Enzo Mirante, allenatore della Arvalia Lamezia: «Nonostante la preparazione atletica tattica sia iniziata solo a metà aprile e nonostante la carenza di organico per la mancanza del rientro di alcuni ragazzi, l’intero team ha dato prova di coraggio e tenacia nell’affrontare una dura giornata – ha spiegato il coach – i tre incontri disputati hanno messo a dura prova gli atleti della Arvalia, che sono riusciti comunque a fare del loro meglio. A loro sono andati i complimenti del presidente Simone Bernardini e del direttore dell’impianto comunale lametino Francesco Marino. Io, ovviamente, non posso che unirmi a questo coro, in quanto ho percepito l’impegno profuso dai ragazzi e la passione spesa in vasca. Chiaramente la speranza ora sta nel rientro di quei compagni mancanti, parte integrante di un grande progetto avviato dalla società, purtroppo bruscamente arrestatosi a causa del Covid-19».

«Il mio plauso – ha proseguito il mister – va ai ragazzi scesi in vasca, ossia Francesco Maruca, miglior portiere del concentramento, che ha sfoggiato delle grandi e belle parate, ma anche a Claudio Perri, Francesco Perri, Christian Strangis, Lorenzo Rettura, Pietro Perri, Giuseppe Mascaro, Giulio Torcasio, Angelo Labonia e, per finire, a Gabriele Bernardini, il più piccolo del gruppo, di soli 9 anni, che ha dato il suo contributo in campo, confrontandosi con ragazzini molto più grandi».

Prossimo appuntamento con la pallanuoto è previsto per domenica 30 maggio, all’interno dell’impianto di via G. De Sensi.